Francesco e Romero, sulla strada verso i poveri

di Mario Scelzo

ROMA –  La causa di beatificazione di Monsignor Romero riparte. Ad annunciarlo, durante la la celebrazione per i venti anni della morte di don Tonino Bello, vescovo presidente di Pax Christi, è stato monsignor Vincenzo Paglia, presidente del Pontificio Consiglio della Famiglia. Una causa aperta nel 1997 e rimasta in sospeso, fino a qualche giorno fa.

Continua a leggere

La forza comunicativa di Papa Francesco

di Mario Scelzo

Le dimissioni di Benedetto XVI, il Conclave e l’elezione di Francesco sono stati dei grandi eventi storici e mediatici che hanno segnato un’epoca. Solitamente però, per quanto un evento possa essere grande e complesso, dopo un po’ ci si abitua, cala l’attenzione, altre notizie prendono la scena, dalla Storia con la S maiuscola si torna alla cronaca del quotidiano. Succede per tutti i “grandi eventi”, dalla guerra in Iraq, al terremoto dell’Aquila, eventi che giustamente prendono il sopravvento nei sommari dei telegiornali e nelle prime pagine dei quotidiani, ma che lentamente escono di scena.  Continua a leggere

Papa Francesco ci riporta nelle piazze, per vivere in comunità

di Mario Scelzo

Abbiamo tutti negli occhi le immagini della Messa di inizio pontificato di Papa Francesco, gesti e parole bellissime, che ci hanno colpito e commosso. Potremmo parlarne a lungo, ma vorrei concentrarmi su un elemento: voglia di comunità.

Continua a leggere

La Messa di inizio Pontificato di Papa Francesco

di Doriana Leonardo e Maria Sara Farci

CITTÀ DEL VATICANO – Fedeli che hanno aspettato l’apertura dei tornelli dalle tre di notte, avvolti nelle loro bandiere, con striscioni, cappellini, foto del Pontefice. In piazza San Pietro tanti colori e soprattutto tanta gioia, quella dei fedeli nel vedere Papa Francesco fare il giro con la Jeep tra i vialetti nella piazza, salutarli tutti con il suo grande sorriso e scendere, a un certo punto, per dare un bacio e accarezzare un disabile.

Poi l’inizio della Cerimonia con i riti di ‘inizio Pontificato’ e la Messa vera e propria, alla presenza di oltre duecentomila fedeli, rappresentanti delle altre religioni e 132 delegazioni di paesi stranieri con capi di Stato e di governo.

Guarda il video completo della “Messa di inizio del  Ministero Petrino del Vescovo di Roma”:

 

Vento di cambiamento

di Mario Scelzo

DSC_7780 Non è passata nemmeno una settimana e ancora non si è formalmente insediato. Per questo non possiamo dire di conoscerlo, di averlo davvero inquadrato, ma di sicuro Papa Francesco ha già conquistato tutti.

Continua a leggere

Papa Francesco entra incuriosito nel suo nuovo appartamento

Dopo l’apertura dei sigilli, ieri Papa Francesco ha visitato il suo nuovo appartamento, accompagnato dal Camerlengo Tarcisio Bertone e dal Prefetto della Casa Pontificia Georg Gaenswein. Nel suo volto l’espressione incuriosita di chi vuole scoprire al più presto cosa c’è dietro la porta e con voce bassa ed emozionata sussurra al segretario particolare del suo predecessore Monsignor Georg: “Accendi la luce!”

Il Papa continuerà ad alloggiare ancora per qualche tempo nella stanza numero 201 della Domus Sanctae Marthae, in attesa della conclusione dei lavori di manutenzione dell’appartamento nel Palazzo Apostolico. La ristrutturazione non durerà a lungo perché gran parte dei lavori sono stati fatti otto anni fa quando a entrare nella casa fu Benedetto XVI.

Francesco: tra carità e evangelizzazione

di Mario Scelzo

Alzi la mano chi si aspettava l’elezione al Soglio Pontificio del Cardinale Bergoglio. Esperti, commentatori, vaticanisti, tutti erano concordi: avremo un Papa giovane. Ognuno di noi ha letto le rose dei papabili, qualcuno di noi ha fatto ipotesi per gioco (io ad esempio puntavo sul brasiliano Sherer), tutti ci siamo improvvisati esperti e ci aspettavamo la fumata bianca tra giovedi e venerdi.

Continua a leggere

Cardinali e papabili, chiacchiere abbracci prima del Conclave

di Maria Sara Farci e Doriana Leonardo

Uomini di Fede. Uomini di potere. Ma soprattutto Uomini. Questo è ciò che ci ha colpito di più oggi della “Messa pro eligendo Romano Pontifice”. Tra cardinali elettori e non, c’erano quasi tutti i porporati e Fumata Bianca era lì, a pochi passi dalla sacrestia.

Li abbiamo visti sfilare, con i loro abiti rossi, tra sorrisi e saluti, in quei volti tirati quasi a voler il peso della loro responsabilità. Quella della scelta che di lì a poco adranno a compiere, o forse della missione che a uno di loro verrà affidata: guidare la Chiesa Cattolica in un periodo difficile.

Continua a leggere