Sacra Sindone, l’ostensione in mondovisione e su Ipad. Papa Francesco: “Il volto di Gesù ci guarda”

GUARDA IL VIDEO MESSAGGIO DI PAPA FRANCESCO

Sacra sindoneCITTA’ DEL VATICANO – Nel Sabato Santo, che precede la Pasqua, un evento particolare in mondovisione: l’ostensione della Sacra Sindone dalla Cattedrale di Torino dove è custodita da più di tre secoli. L’appuntamento per ammirare il Telo tanto discusso è su Rai Uno, all’interno del programma “A sua immagine”.

Prima delle immagini in diretta è andato in onda il video messaggio di Papa Francesco, che ha spiegato come il “volto sfigurato assomiglia a tanti volti di uomini e donne feriti da una vita non rispettosa della loro dignità, da guerre e violenze che colpiscono i più deboli… eppure il Volto della Sindone comunica una grande pace...è come se ci dicesse: abbi fiducia, non perdere la speranza; la forza dell’amore di Dio, la forza del Risorto vince tutto”.

Continua a leggere

Perché tutti lo chiamano Papa

Lo chiamano Sommo Pontefice, Vescovo di Roma, Successore di Pietro. Ma tutti preferiscono il più semplice dei modi: Papa. Un sostantivo che rimanda a lingue lontane nel tempo e nello spazio, ma sull’origine del nome non esiste un accordo.

Continua a leggere

I tweets di @Pontifex dopo la Messa d’inizio del Ministero Petrino

CITTÀ DEL VATICANO – Appena ha finito di celebrare la Messa e incontrati tutti i capi delle delegazioni estere Papa Bergoglio pensa ancora ai suoi fedeli. Questa volta di Twitter. 

Ecco i due cinguetii di @Pontifex tratti dalla sua Omelia:

tweets di @Pontifex

 

L’ANELLO DEL PESCATORE DI PAPA FRANCESCO

Anello del pescatore

CITTÀ DEL VATICANO – Ecco il nuovo Anello del Pescatore. Da quando esiste un Pontefice è sempre stato in oro, ma questa volta Papa Francesco lo ha voluto in argento. Così il suo anulus piscatoris, così è in latino, che porterà all’anulare destro, sarà solo placcato in oro.

Ancora una volta Papa Bergoglio fa una scelta in linea con il suo stile semplice e sobrio, ricordando a tutti quello che ha detto durante l’incontro con i giornalisti: “Quanto vorrei una Chiesa povera e per i poveri”.

Continua a leggere

Il Pallio di Papa Francesco

CITTÀ DEL VATICANO – Il pallio, in latino Pallium, che significa mantello di lana, è un paramento liturgico ed è uno dei simboli pastorali. Viene “imposto” sulle spalle del Pontefice  a inizio Pontificato, all’inizio della Cerimonia di Inizio del Ministero Petrino, dal cardinale protodiacono.

E’ costituito da una striscia di stoffa di lana bianca, di pecora e di agnello, e nel caso del Papa ha delle croci rosse che simboleggiano le piaghe della passione di Cristo. Per i vescovi le croci sono nere. Rappresenta la pecora smarrita che il buon pastore, come Gesù Cristo, porta sulle sue spalle.  

LEGGI SUL SITO DEL VATICANO LA STORIA DEL PALLIO

ECCO IL NUOVO STEMMA DI PAPA FRANCESCO

foto

CITTÀ DEL VATICANO – Papa Francesco ha scelto il suo nuovo stemma. Tre gli elementi principali: il sole, simbolo della Compagnia di Gesù di cui Bergoglio fa parte, con all’interno il monogramma di Cristo IHS scritto in rosso e con la lettera H sormontata da una croce; seguono la stella, che nell’antica tradizione araldica simbolegia la Vergine Maria e il fiore di nardo, che nell’iconografia ispanica indica San Giuseppe, patrono della Chiesa Universale. Con questi simboli Papa Francesco ha voluto esprimere la sua devozione verso la Sacra Famiglia.

Continua a leggere

Aspettando il primo Angelus, gli argentini in piazza per il ‘loro’ Papa Francesco

Sono molto felici gli argentini d’Italia, orgogliosi del loro Papa argentino, emozionati. Aspettano il primo Angelus di Bergoglio in piazza San Pietro, avvolti nelle bandiere, con cappellini azzurri e magliette della nazionale di calcio.

Molti di loro vivono in Italia da anni, alcuni originari di Buenos Aires ricordano le opere dell’allora Vescovo Jorge Mario Bergoglio e tanti hanno la voce rotta dall’emozione.

Guarda il video:

Aspettando il primo Angelus: la fotogallery

In migliaia si sono riuniti oggi in piazza San Pietro per assistere al primo Angelus di Papa Francesco. Sono arrivati da tutto il mondo e hanno aspettato per ore avvolti nelle loro bandiere e striscioni. Uomini e donne di tutte le età hanno cantato, suonato e danzato, mentre i bambini giocavano accanto ai loro genitori. A dominare la piazza sono stati i sud americani, non solo argentini, ma anche brasiliani ed ecuadoregni, tutti uniti come un unico popolo in nome dei quel Papa che ormai già tutti amano.

Tifo da stadio in Piazza San Pietro

Bandiere, sciarpe e cori improvvisati. E se piove nessun problema: basta aprire l’ombrello, rigorosamente personalizzato con i colori della nazione di appartenenza. Non siamo allo stadio di Maracanã, ma nella Piazza più famosa di questi giorni. Tra le braccia del colonnato del Bernini i fedeli di tutto il mondo aspettano anche per diverse ore di vedere la fumata e tutti sperano di essere tra i fortunati ad assistere a quella bianca. E tra tutti il verde della bandiera brasiliana sembra predominare.