Papa Francesco, il documentario

CITTÀ DEL VATICANO –  “Sono un grande peccatore, confidando nella misericordia, nel perdono di Dio e nella sofferenza accetto”. Queste sono le prime parole che Jorge Mario Bergoglio pronuncia da Papa, quando il cardinale Decano Giovanni Battista Re gli chiede se accettare o meno l’elezione. A ricordare quei momenti è un altro porporato, Angelo Comastri, durante l’intervista che uscirà tra due settimane nel DVD prodotto in collaborazione da Rai Eri, CTV e Corriere della Sera, intitolato appunto “Papa Francesco”.

Continua a leggere

L’elezione di Papa Francesco: come l’hanno vista i fedeli

Dalle grida di gioia per la fumata bianca all’attesa in piazza San Pietro per l’annuncio e il saluto del nuovo Papa. Ecco le immagini di come i fedeli hanno vissuto il momento dell’elezione. Un punto di vista diverso, di chi era in piazza sotto la pioggia, stretto fra migliaia di persone con l’emozione unica di vivere un evento di portata storica. 

Inside piazza San Pietro – Guarda il video dell’elezione

Tutti felici i sudamericani, brasiliani, colombiani o peruviani. Poco importa. Il Papa è uno di loro, un ‘vicino di casa’, un argentino

Continua a leggere

Il SALUTO DI PAPA FRANCESCO, “Vi chiedo un favore…”

BergoglioSemplice e umile, con un’ aria serena, da padre buono. Questo è il nuovo Papa, Francesco, per le migliaia di fedeli in piazza San Pietro. Il Cardinale Jorge Mario Bergoglio, gesuita di 76 anni, argentino di origini italiane, il primo Papa sud americano, vescovo di Buenos Aires dal 1998, nato qui nella capitale argentina, il 17 dicembre 1936. il ‘concorrente’ di Joseph Ratzinger nel Conclave 2005 che chiese di non essere eletto.

Continua a leggere

HABEMUS PAPAM, FRANCESCO è il Cardinale Bergoglio

La fumata è bianca. La folla a piazza San Pietro aspettava una fumata, non sapeva se nera o bianca. Alcuni pensavano nera e invece alle 19.06 il boato dei fedeli che guardavano il comignolo sulla Cappella Sistina. E le urla: “E’ bianca, è bianca“.

Guarda il video della fumata bianca:

  Continua a leggere

Conclave, la fumata ancora nera

Ore e ore di attesa. Per la seconda giornata di Conclave si aspettava una fumata, se nera, intorno alle 12.00, ma la prima fumata è arrivata alle 11.40. Sono stati veloci i cardinali elettori, in due ore hanno fatto due votazioni.La folla in piazza San Pietro urla sorpresa senza staccare gli occhi dal comignolo sulla Cappella Sistina. Qualcuno pensa sia bianca, ma è troppo presto, quindi la fumata è nera.  

Commenta Padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa Vaticana: ” Nessuno di noi si aspettava una fumata bianca né ieri sera né questa mattina. E’ da considerare molto normale. Solo il Conclave di Pio XII aveva avuto risultato positivo al terzo scrutinio. Tutti gli altri sono andati oltre il terzo. E’ un normale procedere del discernimento dei padri”.

DOPO LA FUMATA – LE INTERVISTE: 

  Continua a leggere

Che fumata nera, troppo nera. Lombardi: “Mi sono preoccupato per i cardinali”

 

DSC_0772Conclave 2013. La prima fumata del 12 marzo sera, alle 19:42 è stata di un nero molto intenso. Una fumata nerissima hanno detto tutti.

Scherzando Padre Lombardi,  il direttore della Sala Stampa Vaticana, ha detto: “Tutto è andato bene, mi sono preoccupato di sapere se la portata della fumata non avesse danneggiato in qualche modo gli affreschi della Cappella ma soprattutto i padri elettori. E in effetti – continua padre Lombardi – i cardinali sono rientrati bene ieri sera, di buon umore e in buona salute. Il fumo non li ha danneggiati e qualcuno stamattina ha anche raggiunto la Cappella Paolina a piedi, senza farsi accompagnare dall’autobus”.

Ecco come i cardinali stanno ottenendo queste grandi fumate, a spiegarcelo Padre Federico Lombardi: “le stufe sono due, una più vecchia, in ghisa, dove si bruciano le schede e un’altra, più moderna e geometrica, utilizzata per la prima volta nel 2005, che produce il fumo”.

Continua a leggere

Conclave, l’attesa del mattino

Una folla in piazza che aspetta con il naso in su. Tutti in attesa di una fumata, nera o bianca. Habemus Papam o no. Ombrelli aperti e incerate perché sta piovendo. I fedeli pregano con il rosario fra le mani, con devozione. Pian piano che l’ora della fumata si avvicina, si popola piazza San Pietro. Per oggi sono previste quattro votazioni nella Cappella Sistina e due fumate, una per la mattina intorno alle 12.00 e una per la serata, verso le 19.00. Nella prima fumata si bruceranno le schede delle due votazioni del mattino e la stessa cosa succederà la sera. Unica eccezione sarebbe l’elezione del Papa. A quel punto la fumata sarà immediata dopo la votazione e bianca Vedremo se i cardinali in Conclave avranno eletto il successore di Papa Benedetto XVI oppure se dovremo aspettare ancora.