VIA CRUCIS AL COLOSSEO, PAPA FRANCESCO: “LA CROCE L’UNICA RISPOSTA AL MALE”

GUARDA LO STREAMING DELLA VIA CRUCIS Al COLOSSEO E LA FOTOGALLERY:

ColosseoROMA – Uno scenario suggestivo, il simbolo di Roma antica, il Colosseo di sera, illuminato dalle padelle romane. E l’attesa per Papa Francesco, per le sue parole. Nelle due settimane trascorse dalla sua elezione al soglio Pontificio lo abbiamo visto immergersi nei bagni di folla, raccolto, concentrato, sorridente, parlare a braccio nelle sue omelie, lavare i piedi ai giovani detenuti di Casal del Marmo.

Ora la prima via Crucis, la sera del Venerdì Santo, dopo la Celebrazione della Passione di Gesù nella Basilica di San Pietro. Papa Francesco è arrivato in macchina e, con il finestrino abbassato ha salutato i fedeli lungo la strada, prima di salire, sempre in auto, sulla terrazza Palatina, dove è stato allestito per lui un Gazebo rosso. Da qui, il Papa ha seguito le quattordici tappe della via Crucis e ha aspettato la Croce. Poi ha pronunciato il suo discorso, breve, conciso –“non aggiungerò molte parole”, dice – ma intenso, carico di significato: “la Croce è l’unica risposta al male”. Un inno alla purificazione. E Conclude con “tutto è amore”.  

Continua a leggere

La forza comunicativa di Papa Francesco

di Mario Scelzo

Le dimissioni di Benedetto XVI, il Conclave e l’elezione di Francesco sono stati dei grandi eventi storici e mediatici che hanno segnato un’epoca. Solitamente però, per quanto un evento possa essere grande e complesso, dopo un po’ ci si abitua, cala l’attenzione, altre notizie prendono la scena, dalla Storia con la S maiuscola si torna alla cronaca del quotidiano. Succede per tutti i “grandi eventi”, dalla guerra in Iraq, al terremoto dell’Aquila, eventi che giustamente prendono il sopravvento nei sommari dei telegiornali e nelle prime pagine dei quotidiani, ma che lentamente escono di scena.  Continua a leggere

Papa Francesco, il documentario

CITTÀ DEL VATICANO –  “Sono un grande peccatore, confidando nella misericordia, nel perdono di Dio e nella sofferenza accetto”. Queste sono le prime parole che Jorge Mario Bergoglio pronuncia da Papa, quando il cardinale Decano Giovanni Battista Re gli chiede se accettare o meno l’elezione. A ricordare quei momenti è un altro porporato, Angelo Comastri, durante l’intervista che uscirà tra due settimane nel DVD prodotto in collaborazione da Rai Eri, CTV e Corriere della Sera, intitolato appunto “Papa Francesco”.

Continua a leggere

La prima Udienza Generale di Papa Francesco:”Uscire da se stessi per cercare con Gesù la pecorella smarrita, la più lontana”

GUARDA IL VIDEO e il FOTO RACCONTO:

Francesco sulla Papamobile

CITTA’ DEL VATICANO – I fedeli già pronti a entrare in piazza San Pietro alle 7.00 del mattino, mentre Papa Bergoglio celebra messa nella Cappella della residenza Santa Marta. L’udienza inizia alle 10.30, ma loro, circa 15mila persone provenienti da tutto il mondo, sono già lì che aspettano. Continua a leggere

Papa Francesco entra incuriosito nel suo nuovo appartamento

Dopo l’apertura dei sigilli, ieri Papa Francesco ha visitato il suo nuovo appartamento, accompagnato dal Camerlengo Tarcisio Bertone e dal Prefetto della Casa Pontificia Georg Gaenswein. Nel suo volto l’espressione incuriosita di chi vuole scoprire al più presto cosa c’è dietro la porta e con voce bassa ed emozionata sussurra al segretario particolare del suo predecessore Monsignor Georg: “Accendi la luce!”

Il Papa continuerà ad alloggiare ancora per qualche tempo nella stanza numero 201 della Domus Sanctae Marthae, in attesa della conclusione dei lavori di manutenzione dell’appartamento nel Palazzo Apostolico. La ristrutturazione non durerà a lungo perché gran parte dei lavori sono stati fatti otto anni fa quando a entrare nella casa fu Benedetto XVI.

Francesco: tra carità e evangelizzazione

di Mario Scelzo

Alzi la mano chi si aspettava l’elezione al Soglio Pontificio del Cardinale Bergoglio. Esperti, commentatori, vaticanisti, tutti erano concordi: avremo un Papa giovane. Ognuno di noi ha letto le rose dei papabili, qualcuno di noi ha fatto ipotesi per gioco (io ad esempio puntavo sul brasiliano Sherer), tutti ci siamo improvvisati esperti e ci aspettavamo la fumata bianca tra giovedi e venerdi.

Continua a leggere

Essere nella storia: reportage da piazza San Pietro

DSC_7658 In un giorno di pioggia battente, tutto avrei pensato, tranne di assistere a un pezzo di storia. Sono uscita dal media centre solo con la fotocamera e il cellulare in mano. Senza pretese, quasi con la disillusione che avrei passato un’altra sera con il naso all’insù invano. Erano le cinque del pomeriggio.

Continua a leggere

Inizia il Conclave: prima fumata, è nera

Il giorno di inizio del Conclave. Dopo la “Messa Pro Eligendo Romano Pontifice”, alle 16:30 i 115 cardinali elettori, cantando il “Veni Creator Spiritus”, hanno raggiunto in processione la Cappella Sistina

Guarda il video:

In processione, i cardinali sono disposti in ordine inverso rispetto agli ordini di appartenenza e all’anzianità: ad aprire il cardinale James Michael Harvey dell’Ordine dei diaconi, mentre chiudono la fila di 115 porporati il Camerlengo Tarcisio Bertone e il Decano del Collegio Cardinalizio Giovanni Battista Re

Continua a leggere

Tu chiamale se vuoi sensazioni

12 marzo 2013. Una data. Una sensazione. Sì quella che ogni mattina, quando sento la sveglia suonare e tra me penso: “Anche questo mese sta per finire, siamo già al 12”. Poi apro gli occhi e mi accorgo che la mia è solo una sensazione: sono avanti di una settimana!

Continua a leggere