La forza comunicativa di Papa Francesco

di Mario Scelzo

Le dimissioni di Benedetto XVI, il Conclave e l’elezione di Francesco sono stati dei grandi eventi storici e mediatici che hanno segnato un’epoca. Solitamente però, per quanto un evento possa essere grande e complesso, dopo un po’ ci si abitua, cala l’attenzione, altre notizie prendono la scena, dalla Storia con la S maiuscola si torna alla cronaca del quotidiano. Succede per tutti i “grandi eventi”, dalla guerra in Iraq, al terremoto dell’Aquila, eventi che giustamente prendono il sopravvento nei sommari dei telegiornali e nelle prime pagine dei quotidiani, ma che lentamente escono di scena.  Continua a leggere

L’ Appartamento è pronto, ma Francesco resta al Santa Marta

CITTA’ DEL VATICANO – Da oltre 140 anni il terzo piano del Palazzo Apostolico Sisto V è la residenza papale, dove abita il Pontefice, in un “lussuoso isolamento”. Spesso in Piazza San Pietro le persone indicano le finestre dell’ “Appartamento”, è così che si chiama in gergo, e ai loro bambini dicono: “Guarda, lì vive il Papa”. Dove dorme, studia, mangia, scrive, da dove si affaccia la domenica per l’Angelus e riceve le persone in udienza, nella biblioteca. E’ l’appartamento che viene sigillato dal cardinale Camerlengo durante la sede vacante, per morte o, come nel caso di Benedetto XVI, dimissioni. In attesa del nuovo Papa. E invece, Papa Francesco, riserva un’altra sorpresa, una scelta in linea con il suo stile, da puro gesuita, di vocazione alla semplicità.

Continua a leggere

Vento di cambiamento

di Mario Scelzo

DSC_7780 Non è passata nemmeno una settimana e ancora non si è formalmente insediato. Per questo non possiamo dire di conoscerlo, di averlo davvero inquadrato, ma di sicuro Papa Francesco ha già conquistato tutti.

Continua a leggere

Papa Francesco con i giornalisti, tutti conquistati da Bergoglio

Avete lavorato tantoeh!Scherza Papa Francesco e ride. Talmente tanto che la sua risata è contagiosa e conquista tutti. Lo ha fatto anche questa mattina, nell’aula Paolo VI della Città del Vaticano, durante l’incontro con i seimila giornalisti che hanno seguito il Conclave, le sue fasi preparatorie, l’elezione e l’inizio del Pontificato.

Il Papa ha voluto ringraziare tutti gli operatori dei media per l’immenso lavoro che hanno svolto in queste settimane.

“Un ringraziamento speciale rivolgo a voi per il vostro qualificato servizio dei giorni scorsi – avete lavorato, eh! avete lavorato tanto!, dice Papa Bergoglio scherzando, sorridendo. Tutti in aula ridono e applaudono, conquistati dalla bontà e simpatia del nuovo Pontefice. A noi giornalisti il Pontefice argentino apre il suo cuore: “Vi voglio bene“.

E sulle voci circolate nei giorni scorsi sul motivo della scelta del nome, Papa Francesco scioglie tutti i dubbi, è riferito a San Francesco d’Assisi, il Santo dei poveri: “Ah, quanto vorrei una chiesa povera e per i poveri”. Poi, come un padre ai suoi figli, dice sorridendo: “Vi devo raccontare una storia”.

Guarda il video dell’udienza – LE PAROLE DI PAPA FRANCESCO

Continua a leggere

Papa Francesco entra incuriosito nel suo nuovo appartamento

Dopo l’apertura dei sigilli, ieri Papa Francesco ha visitato il suo nuovo appartamento, accompagnato dal Camerlengo Tarcisio Bertone e dal Prefetto della Casa Pontificia Georg Gaenswein. Nel suo volto l’espressione incuriosita di chi vuole scoprire al più presto cosa c’è dietro la porta e con voce bassa ed emozionata sussurra al segretario particolare del suo predecessore Monsignor Georg: “Accendi la luce!”

Il Papa continuerà ad alloggiare ancora per qualche tempo nella stanza numero 201 della Domus Sanctae Marthae, in attesa della conclusione dei lavori di manutenzione dell’appartamento nel Palazzo Apostolico. La ristrutturazione non durerà a lungo perché gran parte dei lavori sono stati fatti otto anni fa quando a entrare nella casa fu Benedetto XVI.

Papa Francesco parla ai cardinali con il sorriso della saggezza

 

È un Papa sorridente quello che incontra i cardinali nella Sala Clementina in Vaticano. Un Papa che cerca di leggere le parole di un discorso già scritto, ma che in verità preferisce rompere gli schemi e parlare a braccio, per arrivare ancora di più al cuore di quei cardinali che lo hanno eletto.

 

Continua a leggere

Il SALUTO DI PAPA FRANCESCO, “Vi chiedo un favore…”

BergoglioSemplice e umile, con un’ aria serena, da padre buono. Questo è il nuovo Papa, Francesco, per le migliaia di fedeli in piazza San Pietro. Il Cardinale Jorge Mario Bergoglio, gesuita di 76 anni, argentino di origini italiane, il primo Papa sud americano, vescovo di Buenos Aires dal 1998, nato qui nella capitale argentina, il 17 dicembre 1936. il ‘concorrente’ di Joseph Ratzinger nel Conclave 2005 che chiese di non essere eletto.

Continua a leggere

Essere nella storia: reportage da piazza San Pietro

DSC_7658 In un giorno di pioggia battente, tutto avrei pensato, tranne di assistere a un pezzo di storia. Sono uscita dal media centre solo con la fotocamera e il cellulare in mano. Senza pretese, quasi con la disillusione che avrei passato un’altra sera con il naso all’insù invano. Erano le cinque del pomeriggio.

Continua a leggere

Conclave, la fumata ancora nera

Ore e ore di attesa. Per la seconda giornata di Conclave si aspettava una fumata, se nera, intorno alle 12.00, ma la prima fumata è arrivata alle 11.40. Sono stati veloci i cardinali elettori, in due ore hanno fatto due votazioni.La folla in piazza San Pietro urla sorpresa senza staccare gli occhi dal comignolo sulla Cappella Sistina. Qualcuno pensa sia bianca, ma è troppo presto, quindi la fumata è nera.  

Commenta Padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa Vaticana: ” Nessuno di noi si aspettava una fumata bianca né ieri sera né questa mattina. E’ da considerare molto normale. Solo il Conclave di Pio XII aveva avuto risultato positivo al terzo scrutinio. Tutti gli altri sono andati oltre il terzo. E’ un normale procedere del discernimento dei padri”.

DOPO LA FUMATA – LE INTERVISTE: 

  Continua a leggere