Messa di Pasqua in Vaticano, Papa Francesco: “Vince la Misericordia di Dio, imploriamo la Pace per il Mondo intero”

GUARDA IL VIDEO DELLA MESSA, IL MESSAGGIO URBI ET ORBI E LA FOTOGALLERIA

LEGGI IL TESTO DEL MESSAGGIO URBI ET ORBI

Il sorriso di Papa FrancescoCITTA’ DEL VATICANO – Il cuore è gonfio, non sanno di cosa. Gioia, allegria, dolcezza, consapevolezza, dolore. Troppe le emozioni della messa pasquale. Commossi per una tenerezza infinita, per l’amore senza limite. Quando le persone lasciano piazza San Pietro hanno un nodo in gola, non riescono a parlare. Gli occhi lucidi. Le parole e i gesti di Papa Francesco hanno colpito, sono entrate in profondità. Durante il messaggio Urbi et Orni dalla Loggia della basilica il suo augurio di Buona Pasqua a tutti, la richiesta di Pace per tutto il mondo e il grido contro la tratta degli esseri umani, che è “proprio la schiavitù più estesa in questo ventunesimo secolo!”: 

“Cari fratelli e sorelle di Roma e del mondo intero, buona Pasqua! Buona Pasqua! Che grande gioia per me potervi dare questo annuncio: Cristo è risorto! Vorrei che giungesse in ogni casa, in ogni famiglia, specialmente dove c’è più sofferenza, negli ospedali, nelle carceri. Soprattutto vorrei che giungesse a tutti i cuori, perché è lì che Dio vuole seminare questa Buona Notizia…Ha vinto l’amore, ha vinto la misericordia! Sempre vince la misericordia di Dio!Papa Francesco chiede “cosa significa che Gesù è risorto” e la risposta è: “che l’amore di Dio è più forte del male e della stessa morte, significa che l’amore di Dio può trasformare la nostra vita, far fiorire quelle zone di deserto che ci sono nel nostro cuore”.  Continua a leggere

La tenerezza è forza, così inizia il Pontificato di Papa Francesco

Papa e BimboCITTÀ DEL VATICANO – Amore, cura, bontà. E soprattutto tenerezza, quella di cui “non bisogna avere paura”, quella che è “segno di forza e non di debolezza”. Quella di San Giuseppe, che “appare come un uomo forte, coraggioso, lavoratore” ma dal cui animo “emerge una grande tenerezza”.

La tenerezza e la cura sono state al centro dell’Omelia di Papa Bergoglio, durante la Messa di inizio del Ministero Petrino. La tenerezza si usa con i propri cari, in famiglia, con gli amici, anche con baci e carezze, le stesse che Papa Francesco ha dato ai bimbi in piazza San Pietro mentre faceva il suo giro in Jeep per salutare i fedeli prima della celebrazione. La stessa tenerezza che ha avuto verso un uomo disabile: lo ha visto, ha fatto fermare l’autista ed è sceso. In quei secondi di puro amore è racchiuso il messaggio di Bergoglio, che è semplice ma di una forza straordinaria. 

Ecco il video del Ctv del giro in Jeep tra gli oltre duecentomila fedeli:

  Guarda il video dell’Omelia di Papa Francesco e leggi l’articolo:

Continua a leggere