Piazza San Pietro si veste per la Settimana Santa, domani la benedizione delle palme

CITTA DEL VATICANO – Sono passati appena dieci giorni dall’elezione di Papa Francesco, dall’annuncio “Habemus Papam”, dal suo saluto ai fedeli in piazza. Ora San Pietro ha già cambiato aspetto: il drappo rosso della finestra della Loggia non c’è più, così come è scomparso il comignolo delle stufe della Cappella Sistina.

Papa Bergoglio, dopo neanche due settimane di Pontificato, dovrà celebrare la Pasqua. Domani, con la Domenica delle Palme inizia la Settimana Santa.

Ecco come è stata addobbata piazza San Pietro dai giardinieri del Vaticano, che proprio ieri hanno ricevuto una sorpresa da Papa Francesco, una messa con loro nella Cappella della Residenza di Santa Marta. 

 Le celebrazioni della Settimana Santa in Vaticano: 

Continua a leggere

La tenerezza è forza, così inizia il Pontificato di Papa Francesco

Papa e BimboCITTÀ DEL VATICANO – Amore, cura, bontà. E soprattutto tenerezza, quella di cui “non bisogna avere paura”, quella che è “segno di forza e non di debolezza”. Quella di San Giuseppe, che “appare come un uomo forte, coraggioso, lavoratore” ma dal cui animo “emerge una grande tenerezza”.

La tenerezza e la cura sono state al centro dell’Omelia di Papa Bergoglio, durante la Messa di inizio del Ministero Petrino. La tenerezza si usa con i propri cari, in famiglia, con gli amici, anche con baci e carezze, le stesse che Papa Francesco ha dato ai bimbi in piazza San Pietro mentre faceva il suo giro in Jeep per salutare i fedeli prima della celebrazione. La stessa tenerezza che ha avuto verso un uomo disabile: lo ha visto, ha fatto fermare l’autista ed è sceso. In quei secondi di puro amore è racchiuso il messaggio di Bergoglio, che è semplice ma di una forza straordinaria. 

Ecco il video del Ctv del giro in Jeep tra gli oltre duecentomila fedeli:

  Guarda il video dell’Omelia di Papa Francesco e leggi l’articolo:

Continua a leggere

Essere nella storia: reportage da piazza San Pietro

DSC_7658 In un giorno di pioggia battente, tutto avrei pensato, tranne di assistere a un pezzo di storia. Sono uscita dal media centre solo con la fotocamera e il cellulare in mano. Senza pretese, quasi con la disillusione che avrei passato un’altra sera con il naso all’insù invano. Erano le cinque del pomeriggio.

Continua a leggere

HABEMUS PAPAM, FRANCESCO è il Cardinale Bergoglio

La fumata è bianca. La folla a piazza San Pietro aspettava una fumata, non sapeva se nera o bianca. Alcuni pensavano nera e invece alle 19.06 il boato dei fedeli che guardavano il comignolo sulla Cappella Sistina. E le urla: “E’ bianca, è bianca“.

Guarda il video della fumata bianca:

  Continua a leggere

Conclave, l’attesa del mattino

Una folla in piazza che aspetta con il naso in su. Tutti in attesa di una fumata, nera o bianca. Habemus Papam o no. Ombrelli aperti e incerate perché sta piovendo. I fedeli pregano con il rosario fra le mani, con devozione. Pian piano che l’ora della fumata si avvicina, si popola piazza San Pietro. Per oggi sono previste quattro votazioni nella Cappella Sistina e due fumate, una per la mattina intorno alle 12.00 e una per la serata, verso le 19.00. Nella prima fumata si bruceranno le schede delle due votazioni del mattino e la stessa cosa succederà la sera. Unica eccezione sarebbe l’elezione del Papa. A quel punto la fumata sarà immediata dopo la votazione e bianca Vedremo se i cardinali in Conclave avranno eletto il successore di Papa Benedetto XVI oppure se dovremo aspettare ancora.