Il primo Angelus di Papa Francesco

DSC_1203Migliaia e migliaia di fedeli in piazza San Pietro per il primo Angelus di Papa Bergoglio. Moltissimi sono arrivati già alle otto del mattino “per non perdere i posti, per essere in prima fila in questo evento storico”.  Dalle 10.00 in poi in piazza si sta già stretti e verso le 11 tutta via della Conciliazione è bloccata. Ma nessuno si lamenta, anzi, è un tripudio di colori e canti, di gioia e allegria.

La stessa felicità e calore che esprime Papa Francesco quando alle 12.00, puntuale, si affaccia alla finestra dello studio papale del Palazzo Apostolico, dove però non si è ancora trasferito e dice:

“Cari Fratelli e Sorelle buongiorno!”. E la folla impazzisce.

Guarda il video – Il PRIMO ANGELUS DI PAPA FRANCESCO:

Continua a leggere

Prima domenica di Papa Bergoglio, esce in strada e abbraccia la sua gente

Papa bacia bambinoLo acclamano, vogliono vederlo, lo amano. Migliaia di persone sono venute da tutto il mondo per sentire parlare Papa Francesco, per essere presenti al suo primo Angelus. Il calore della piazza è vibrante già dalle prime ore del mattino.

Tutti i fedeli aspettavano di vedere Papa Bergoglio affacciarsi dalla finestra dello studio papale del Palazzo Apostolico, per l’appuntamento della domenica con l’Angelus. Il primo del suo Pontificato.

E in effetti Papa Francesco ha recitato l’Angelus alle 12.00, ma quello che nessuno poteva prevedere è l’uscita in strada del Pontefice, che dopo aver celebrato la messa nella Chiesa di Sant’Anna, all’interno delle mura vaticane, è andato fuori, spingendosi quasi sul varco che separa l’Italia dalla Città del Vaticano. 

Guarda il video – PAPA FRANCESCO SALUTA I FEDELI DOPO LA MESSA

Continua a leggere

Aspettando il primo Angelus, gli argentini in piazza per il ‘loro’ Papa Francesco

Sono molto felici gli argentini d’Italia, orgogliosi del loro Papa argentino, emozionati. Aspettano il primo Angelus di Bergoglio in piazza San Pietro, avvolti nelle bandiere, con cappellini azzurri e magliette della nazionale di calcio.

Molti di loro vivono in Italia da anni, alcuni originari di Buenos Aires ricordano le opere dell’allora Vescovo Jorge Mario Bergoglio e tanti hanno la voce rotta dall’emozione.

Guarda il video: