Veglia di Pasqua. Papa Francesco: “Non abbiate paura delle sorprese di Gesù”

GUARDA IL VIDEO DELLA MESSA E L’OMELIA:

CITTA’ DEL VATICANO – Una fila lunga, per tutto il colonnato della piazza di San Pietro. In piedi per ore, dalle due del pomeriggio fino alle 19.00, quando la Basilica viene riaperta. I fedeli in coda, scomposti e rasentando l’inciviltà, si spingono per raggiungere i varchi tanta è la voglia di entrare in chiesa e prendere un “buon posto -dicono – solo per stare il più vicino possibile a dove passerà Papa Francesco”. 

Papa Francesco con cero pasquale

Il Pontefice, che con estrema tenerezza nella sua omelia, da buon pastore, invita i fedeli a non chiudersi, a non perdere la speranza, a non rassegnarsi mai perché “non c’è situazione che Dio non possa cambiare, non c’è peccato che non possa perdonare”. E chiede al Signore che ci apra alla sua novità che trasforma, alle sorprese di Dio, tanto belle”. 

All’inizio della cerimonia, tutto è buio all’interno della basilica di San Pietro, nessuno vede. La voce di Papa Francesco, lontana, si sente fuori campo. Continua a leggere

Francesco e Benedetto, a Castel Gandolfo lo storico incontro

PAPA A CASTELGANDOLFO, INCONTROCITTA’ DEL VATICANO – Il passaggio di consegne è avvenuto. Papa Bergoglio e Papa Ratzinger si sono incontrati, hanno parlato a lungo, si sono abbracciati e scambiati doni, poi hanno pranzato insieme. E il mondo ha assistito a un altro fondamentale momento storico, da fotografare e imprimere nella memoria: il faccia a faccia tra due Papi, uno regnante e uno emerito. Un incontro sotto l’insegna della tenerezza. Tutti e due vestiti di bianco, con la sola differenza che Papa Francesco aveva la mantellina e la fascia, mentre Benedetto XVI, un po’ invecchiato rispetto a un mese fa, portava solo la talare, con sopra un giubbottino bianco. 

Chi avrebbe mai pensato di vedere insieme due Papi? IL VIDEO E LA CRONACA:

Continua a leggere

La tenerezza è forza, così inizia il Pontificato di Papa Francesco

Papa e BimboCITTÀ DEL VATICANO – Amore, cura, bontà. E soprattutto tenerezza, quella di cui “non bisogna avere paura”, quella che è “segno di forza e non di debolezza”. Quella di San Giuseppe, che “appare come un uomo forte, coraggioso, lavoratore” ma dal cui animo “emerge una grande tenerezza”.

La tenerezza e la cura sono state al centro dell’Omelia di Papa Bergoglio, durante la Messa di inizio del Ministero Petrino. La tenerezza si usa con i propri cari, in famiglia, con gli amici, anche con baci e carezze, le stesse che Papa Francesco ha dato ai bimbi in piazza San Pietro mentre faceva il suo giro in Jeep per salutare i fedeli prima della celebrazione. La stessa tenerezza che ha avuto verso un uomo disabile: lo ha visto, ha fatto fermare l’autista ed è sceso. In quei secondi di puro amore è racchiuso il messaggio di Bergoglio, che è semplice ma di una forza straordinaria. 

Ecco il video del Ctv del giro in Jeep tra gli oltre duecentomila fedeli:

  Guarda il video dell’Omelia di Papa Francesco e leggi l’articolo:

Continua a leggere